Il vino e’ la memoria liquida della pianta

 

Il gusto che la vite preserva nei frutti
dal suo rapporto col mondo

 

Lo stesso rapporto che la natura riflette
nella sua luminosa purezza
della stessa armonia che ha creato il mondo

 

Trasformo il mio rapporto col vigneto
nel gusto di un ricordo
che non ha il sapore dell’uva
che fermenta e muore perche’ e’ mortale
ma della sua memoria
che fermenta e vive perche’ e’ eterna

 

Un vino alchemico
perché non ha il sapore del frutto ma della sua memoria

 

Un vino artistico
perché chi beve diventa attore di tutto il suo percorso

 

Un vino unico
perché racconta la mia storia in ogni bottiglia

 

Un vino universale
che esalta ogni piatto e che risuona ad ogni assaggio
perchè le bottiglie possono restare aperte per mesi 

 

Un vino che realizza il mio sogno
di preservare l’eternità nel gusto del presente
per sviluppare la mente nel senso della nostra stessa origine