Nel vino cerco il gusto invisibile
di un’armonia che non ha il sapore del frutto
che fermenta e muore perché è mortale
ma della sua memoria
che fermenta e vive perché è eterna.

Coltivo l’armonia della natura nella purezza dei frutti
per riportarla dall’invisibile al visibile
dalla luce al vino
perchè anch’io sono il frutto di quest’armonia che si riflette nel mondo.

Un vino senza compromessi
per ricordami chi sono
oltre ogni limite
perchè abbiamo la stessa origine.

Nessuna potatura, nessun concime e nessun trattamento
solo gesti, pensieri e sentimenti
che realizzano il frutto
come si è realizzato l’uomo
fin dall’origine di Tutto.

Un vino che mi realizza nel sogno
di riportare l’eternità nel gusto del presente
per ispirare la mente al senso delle nostre stesse origini.